Il giorno 10 maggio Alidad Shiri, autore del libro "Via dalla pazza guerra", ha generosamente trovato del tempo tra i suoi numerosi impegni e ci è venuto a trovare alla scuola media Rosegger. 

I ragazzi di terza hanno così avuto la possibilità di ascoltare dalla viva voce dell'autore le esperienze di un ragazzo afghano fuggito da solo dalla guerra e, dopo molte peripezie, stabilitosi in Italia.

Tante sono le domande e le curiosità a cui Alidad ha risposto.

 Un grande ringraziamento da parte di tutta la comunità scolastica per aver trovato il tempo per noi.

Un grande ringraziamento da parte di tutta la comunità scolastica per aver trovato il tempo per noi.

Leggiamo il resoconto dell'incontro direttamente dalle parole di Zindine Mohamed Ilyasse (classe 3D).

Alidad Shiri è venuto nella nostra scuola per raccontarci un po’ di sé e della sua esperienza. Ci ha raccontato dei suoi momenti tristi. Ci ha raccontato come si è sentito dopo la morte della sua famiglia e come era il suo sentimento dopo aver lasciato la sua città amata. Ha attraversato tante difficoltà. Qualche volta non mangiava per tanto tempo.  

Ho avuto altre informazioni dalla sua presentazione: per esempio le donne in Afghanistan non vengono chiamate per nome, neanche le mamme. Vengono chiamate per esempio “mamma di Alidad.” Alidad non ha saputo per tanto tempo come si chiamava sua mamma.  

Quando Alidad è arrivato in Italia voleva ancora diventare avvocato in Inghilterra, ma anche se non ha realizzato il suo sogno, ha raggiunto molti altri traguardi, per esempio ha vinto un premio importante per la pace.  

Alidad vorrebbe ritornare in Afghanistan, ma siccome lui è un rifugiato di guerra, non può ritornare al suo paese.  

Alidad Shiri ha detto anche che lui non è una persona coraggiosa. Lui ha detto che era come ogni bambino.  

Per me Alidad Shiri è una persona forte ed è sopravvissuto a un viaggio pericoloso. Alidad Shiri ha anche il coraggio di parlare davanti a tante persone della sua esperienza. Secondo me Alidad ha lottato molto e quello che ha raggiunto non è facile. Se lo è meritato. 

Molti e importanti sono i messaggi che i ragazzi e le ragazze hanno colto dalle parole di Alidad.

Alcuni commenti li potete leggere nel padlet della classe 3A

https://padlet.com/valcoc70/r9tyi7xim04x9xno

Anhänge:
Diese Datei herunterladen (Via dalla pazza guerra.pdf)Via dalla pazza guerra.pdf[ ]214 KB